la bicicletta

La bicicletta andava avanti da se,menre la testa seguiva tutto un altro percorso…almeno sembrava.Non c’ era stanchezza ,solo sudore e confusione.Il respiro regolare ;davanti agli occhi, non la strada , non le macchine…un’ ombra.L’ ho sentita vicina,talmente vicina che ogni cosa era una traccia di lei.Negli incubi,nei pensieri diurni e notturni ,e’ come un ingranaggio del mio cervello.Simbiosi …unilaterale…credo…Il tempo e’ passato ma,il mio tempo non e’ scandito in egual modo.Pareva che il sereno fosse tornato a splendere negli antri del mio cuore …un vento ,come quello ululante di stasera,ha spazzato via le mie stampelle…erano fradice…troppe lacrime su di esse.L’agognata normalita’ adesso e’ insofferenza ;piango per cio’ che non e’ stato ;piango per cio’ che e’.Vado zoppicante con i miei rimpanti o forse errori non compiuti,alla ricerca di una sagoma per chiederle semplicemente :”come stai?”.So che hai messo radici profonde nella mia anima e…mi fanno male..le sento sempre piu’ scavate in me…sagoma,fantasma ,cosa e’ giusto adesso?

la biciclettaultima modifica: 2003-08-25T23:39:26+02:00da emmabovary2003@v
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento