Cosa resta

Non mi resta che affidare il peso della mia anima alle parole scritte da una certa Emma il cui volto nessuno conosce.Pochi conoscono il linguaggio dell’anima.Ognuno del resto ha il proprio,non mi meraviglia affatto il non essere compresa,nemmeno da coloro che si reputano “i miei cari piu’ intimi” il cui ruolo migliore e’ quello di ossessionarmi e subissarmi di infiniti “perche” senza risposta:non so nemmeno io quale sia.Mi esprimo con silenzi eloquenti,lacrime apparentemente ingiustificate.Tutte quelle che fino a poco tempo prima erano bloccate da una diga che finalmente non ha retto piu’ alla loro portata.Il silenzio e’ il mio rifugio di parole afone,di ricordi presenti:sempre.Non chiedo,non desidero:SILENZIO!!!!

Cosa restaultima modifica: 2003-10-07T11:16:34+02:00da emmabovary2003@v
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento