La mia sfida

Avevo deciso di comprendere ed entrare nella complessita’ del mondo.Cosa non facile in una societa’ formata da soggetti individualisti e monodimensionali.L’ ho colta con qualche tentennamento…la paura del nuovo,l’ incerto,l’eccessiva e ostacolante emotivita’:bloccante,inibitor ia.L’ esistere e’ anche in me…ho pensato…cosi’tra una considerazione e un tentennamento sono riuscita ad oltrepassare “quell’oltre”,dall’ interminabile alto muro ,muro di gomma,muro specchio,sempre e solo di me stessa.Ho scoperto la mia multidimensionalita’confronta ndomi con il mondo e la sfida si e’ trasformata in un animato(nel senso di vivo)dialogo…vivificante …davvero …a tal punto da aver conosciuto l’ altra me stessa che pur stando ad un passo da me ,stava nascosta dietro il muro.Scommettere,credere e comunque il rischio in genere portano,qualunque sia l’ esito ,ad una nuova alba del noi piu’ latente…latente che comunque c’ e’ e non bisogna dimenticarlo.

La mia sfidaultima modifica: 2004-02-25T00:52:46+01:00da emmabovary2003@v
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento